ACQUA E FARINA: lagane e lenticchie

E’ arrivato Settembre, mese di buoni propositi, novità e cambi d’abito.

Sulla carta, negli armadi, la vita è in continua trasformazione e io non mi abituo mai, agli armadi soprattutto. In cucina invece accolgo volentieri i cambiamenti: le zuppe calde, le minestre di verdure, brodo e sughi avvolgenti, coccole perfette nelle giornate di pioggia.

Milano questa mattina ci ha svegliati così, con la pioggia, e io non aspettavo altro. Acqua e farina, le mie mani sono sempre pronte ad impastare.

LEGGI ANCHE Storie di Acqua e Farina, la pasta fresca

LEGGI ANCHE Pasta fresca in Puglia, la differenza tra orecchiette e strascinati

Questa volta ho preparato le lagane, un formato di pasta tipico nel meridione, diffuso in Puglia, Calabria, Campania,  perfetto con i legumi. Pasta tipica anche a casa, mia madre infatti la prepara spesso con i ceci, come vuole la ricetta, ma non ci risparmia qualche variazione sul tema ed ecco perché le lenticchie.

LEGGI ANCHE Ricetta tubettoni con fagioli cannellini e cozze

Le lenticchie, che adoro altrettanto, si sposano benissimo con le lagane e ci accompagnano in punta di piedi, senza traumi, verso la nuova stagione.

COME SI PREPARANO LAGANE E LENTICCHIE (versione rossa)

Ingredienti per la pasta:

400 g di semola di grano duro
210 g di acqua tiepida

per condire:

300 g di lenticchie secche
2 pomodori maturi
½ costa di sedano
1 spicchio d’aglio
2 foglie di alloro
olio extravergine di oliva
sale

 

PROCEDIMENTO: Lasciate le lenticchie a bagno per 12 ore (una notte). Sciacquatele e scolatele.

In una pentola dai bordi alti fate soffriggere l’olio di oliva con uno spicchio d’aglio. Aggiungete i pomodori tagliati in quattro e il sedano,  lasciate insaporire.

Unite le lenticchie e coprite con acqua. Cuocete i legumi a fiamma medio bassa, regolate di sale solo alla fine.

Nel frattempo preparate la pasta. Su una spianatoia formate una fontana con la farina, versate l’acqua tiepida poco per volta e impastate fino ad ottenere una consistenza liscia ed omogenea (l’impasto non deve essere molle).

Dividete l’impasto in porzioni più piccole e stendetele con l’aiuto di una macchina per la pasta. I più esperti potranno fare lo stesso utilizzando il mattarello.

Stringete gradatamente i rulli della macchina fino ad ottenere sfoglie dello spessore di circa 2 mm.

Passate le sfoglie tra l’apposito rullo per le tagliatelle, una alla volta, dopo averle leggermente infarinate. A questo punto, con un coltello a lama liscia, tagliate le tagliatelle ricavando strisce più corte (almeno 2 cm).

Disponete le lagane sul tavoliere infarinato.

Portate a bollore l’acqua per la pasta, salate e cuocete le lagane. Occorre appena un minuto per la pasta fresca!

Scolate le lagane e aggiungete le lenticchie. Mescolate e servite.

Benvenuto Settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *