Pasta fresca alla barbabietola: farfalle rosa

La pasta fresca colorata è una preparazione che vi permetterà di portare in tavola piatti divertenti e scenografici. Tagliatelle verdi, pasta rossa, arancione o nera, con la pasta fresca potete farne proprio di tutti i colori!

PARTECIPA AI CORSI ONLINE Richiedi informazioni

La pasta colorata ha disparati utilizzi e si adatta a tutti i formati, a seconda della sua colorazione si sposa a ragù e sughi diversi. Preparare la pasta in casa richiede pazienza e buona volontà, soprattutto se siete alle prime armi, ma può trasformarsi in un’attività divertente e creativa anche per i più piccoli, specialmente se all’impasto aggiungiamo un po’ di colore.

Per prepararele farfalle rosa ho utilizzato la barbabietola che, oltre a donare un colore inconfondibile all’impasto, è un vero e proprio concentrato di sostanze benefiche.

LEGGI ANCHE Ravioli rosa ripieni di radicchio, ricotta e speck

FARFALLE ROSA
con fave fresche, guanciale & pecorino

Ingredienti per la sfoglia

300 g di farina 00
2 uova
1 barbabietola precotta di media grandezza
(per il procedimento dell’impasto segui il LINK)

Per il condimento

300 g di fave fresche private dei baccelli
100 g di guanciale tagliato a tocchetti o listarelle
1 cipolla bianca
50 g di pecorino fresco
Olio extravergine di oliva (io Frantoio Bonamini)
Sale
pepe

PROCEDIMENTO Preparate la sfoglia rosa e poi, con l’aiuto di una rotella tagliapasta, tagliate dei rettangoli della misura di circa 5 x 3 cm.

n.b. fate attenzione allo spessore delle sfoglie, devono essere davvero molto sottili, non più di 1 mm.

Formate le farfalle sollevando un lembo di pasta con il pollice, in corrispondenza della metà del rettangolo. Con l’indice portate il lembo opposto sempre verso il centro, quindi stringete andando a dare forma alle farfalle.

GUARDA IL VIDEO farfalle fatte in casa

Continuate in questo modo con tutto l’impasto, man mano posizionatele su un tavoliere (o un vassoio) spolverato di farina per farle asciugare.

Nel frattempo preparate il condimento.

Tagliate il guanciale e soffriggetelo in una padella senza aggiunta di olio. Spegnete il fuoco e asciugatelo con carta assorbente.

Sbucciate la cipolla e tagliatela a lamelle sottili. Trasferitele nella padella con 4 cucchiai di oliva extravergine, bagnatele con un mestolo di acqua calda e lasciate cuocere per una ventina di minuti con un coperchio.

Scottate le fave più grosse in acqua bollente per pochi minuti, scolate e lasciatele raffreddare. Eliminate la pellicina esterna.

n.b. è sempre bene fare questo passaggio quando cuocete le fave fresche. Sbollentando le fave noterete che l’acqua di cottura diventerà scura, in questo modo eviterete che le pietanze diventino dello stesso colore.

Unite tutte le fave alla cipolla, versate un altro mestolo di acqua bollente e proseguite la cottura per una decina di minuti a fiamma vivace. Regolate di sale.

Cuocete le farfalle, trasferitele nella padella con le fave e mescolate. Lasciate insaporire. Spegnete il fuoco e aggiungete il guanciale croccante.

Impiattate completando con le scaglie di pecorino, il pepe e un filo d’olio extravergine di oliva.

Per questa ricetta ho utilizzato l’olio di oliva BIO del Frantoio Bonamini che, per il gusto delicato e mediamente fruttato, è perfetto in abbinamento ai primi piatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *