Pasta fresca: strascinati con le cime di rapa

Durante la quarantena trascorriamo molto tempo in cucina e sono sempre di più le persone che riscoprono il valore di produrre autonomamente la pasta

Oggi voglio parlarvi degli strascinati, un formato tipico della mia regione, la Puglia, il cui impasto si prepara con semola di grano duro e acqua.

Il nome di questo formato deriva dal fatto che la pasta si trascina sulla spianatoia con l’aiuto di un coltello, a volte con le dita, per far si che si allunghi. Gli abbinamenti sono molteplici e cambiano a seconda della zona, ma gli strascinati si sposano bene soprattutto con verdure come rucola, broccoletti, bieta, talli di zucchine.

LEGGI ANCHE Ricetta strascinati con rucola e pomodoro fresco

Ogni tipologia di pasta ha una sua personalità, a forma diversa infatti corrisponde gusto diverso o comunque, diversi modi in cui percepiamo il sapore.

Gli strascinati vanno a nozze con le cime di rapa! Sentiamo spesso parlare di orecchiette con le cime di rapa eppure le orecchiette, per merito della texture rugosa e della forma, sono perfette condite con sughi corposi.

Ogni formato è un cibo a sé.
Ecco quindi la ricetta degli strascinati con le cime di rapa.

LEGGI ANCHE Strascinati e orecchiette, scopri le differenze

RICETTA STRASCINATI CON LE CIME DI RAPA

Ingredienti
(per due piatti abbondanti)

300 g di semola rimacinata di grano duro
150 ml di acqua tiepida

Per condire
Cime di rapa
2/3 acciughe sott’olio
peperone crusco
1 peperoncino (facoltativo)
olio extravergine d’oliva

PROCEDIMENTO Su una spianatoia formate una fontana con la farina, versate l’acqua tiepida poco per volta e impastate fino ad ottenere una consistenza liscia ed omogenea.

  • Note: la quantità dell’acqua cambia a seconda del grado di assorbimento della farina, aggiungetela sempre poco per volta.

Dividete l’impasto in porzioni più piccole. Allungate una porzione per volta con le mani fino a formare un serpentello spesso poco meno di 1 cm. Tagliate il serpentello in pezzetti più piccoli e “trascinateli” con l’aiuto di un coltello, esercitando una leggera pressione con l’indice.

SCOPRI DI PIÙ Segui i video tutorial sul mio profilo instagram

Cospargete gli strascinati con un po’ di farina e lasciateli asciugare sulla spianatoia.

Nel frattempo pulite le cime di rapa. Eliminate le parti dure del gambo e le foglie grandi, poi selezionate le cime e lavatele sotto l’acqua corrente.

In un pentolino dai bordi bassi fate soffriggere le acciughe con il peperone crusco e il peperoncino. Spegnete il fuoco.

A questo punto, portate ad ebollizione abbondante acqua salata e cuocete le cime di rapa. Aggiungete la pasta fresca e terminate la cottura di entrambe nella stessa pentola.

  • Note: Calcolate il tempo complessivo tenendo presente che per la pasta occorrono appena 2 minuti.

Scolate la pasta e le verdure, possibilmente non troppo asciutte. Condite direttamente nella pentola aggiungendo il soffritto e amalgamate.

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *