Vacanze da sogno: il Grand Hotel Fasano sul lago di Garda

Ho partecipato ai festeggiamenti per la riapertura del Grand Hotel Fasano, resort a 5 stelle situato sulla sponda occidentale del lago di Garda, a Gardone Riviera, e ho scoperto che il lago mi piace quanto i paesaggi di collina in cui sono cresciuta, e quanto il mare.

Ecco perché mi sono innamorata a prima vista di questa struttura.

130 anni e non sentirli Da tre generazioni gestita dalla famiglia Mayr, il Grand Hotel ospitò nomi illustri della letteratura e della cultura europea, da D’Annunzio a Klimt. Il nostro è stato un vero e proprio viaggio nella storia e soprattutto il rifugio, per almeno una notte, dalla frenesia della città.
Un rifugio a cui non manca proprio niente!
Dotato di ristoranti, bar, beach club e una grande Spa con piscine interne ed esterne, il Grand Hotel Fasano è una vera e propria oasi di accoglienza, quest’anno ricca di ulteriori novità.

Il fascino dell’oriente nell’area relax Visitiamo la nuova Spa con occhi pieni di meraviglia, i trattamenti benessere riservati agli ospiti sono firmati AVEDA e un percorso benessere si snoda nella parte interna ed esterna della struttura con piscine riscaldate e vasche idromassaggio. Immersa nel parco dell’albergo, vista lago, c’è la palestra, per chi desidera mantenersi in forma anche in vacanza.
Vorrei infilarmi accappatoio e ciabattine ma stranamente, nonostante la stanchezza, mi sento ancora piuttosto esuberante e corro si, ma alla degustazione di Gin con Rama Redzepi.

Oltre 50 etichette di gin provenienti da tutto il mondo Ho scoperto solo di recente quanto sia affascinante l’arte di saper mixare, come piccoli chimici, spezie e alcoolici per drink ormai sempre più chic. Lo sa bene invece Rama Redzepi, bartender del Grand Hotel Fasano, che ci ha guidati nella degustazione del gin e nella spiegazione delle diverse etichette.
Rama si appassiona al mondo della distillazione fin da piccolo quando, nella casa di campagna dei nonni, impara a distillare la grappa balcanica sliwoviz.

Il suo è un percorso frutto di creatività e conoscenza, caratteri che si riflettono nella Gin Lounge, lo spazio dedicato e racchiuso nel cuore dell’albergo.
Sulla splendida terrazza del Grand Hotel Fasano abbiamo viaggiato indietro nel tempo tra magiche misture, spezie e gin abbinati alle acque toniche migliori.

La cena itinerante con lo chef Matteo Felter “Il nostro desiderio è far sentire l’ospite a casa, portarlo dietro le quinte, permettergli di vivere in totale armonia e relax l’intera struttura. Ognuno può scegliere lo spazio in cui si sente più a suo agio”.
Dice così lo chef Matteo Felter, curatore della variegata offerta gastronomica del ristorante gourmet “Il Fagiano” ma anche de “La Magnolia”, dove è possibile pranzare a bordo piscina proprio tra due magnolie secolari, nonché de “La Terrazza”.

Il dietro le quinte di un ristorante mi ha sempre incuriosita, ho sempre desiderato vedere come funziona un servizio, ma soprattutto assistere alla preparazione delle portate.
Al Grand Hotel Fasano sono stata accontentata grazie a un’inaspettata e sorprendente cena itinerante che è cominciata dalla Terrazza dell’Hotel ed è terminata proprio in cucina, tra mestoli e padelle.

La cucina dello chef Felter è concreta e ricca di sapori forti, piatti raffinati legati al territorio si alternano a proposte più contemporanee. Ma non sono mancati ingredienti a me familiari come il fungo cardoncello, tipico di molte ricette pugliesi, in questo caso abbinato alle animelle con spuma di aglio, yuzu e patate.

“Questa è semplicemente la mia cucina – spiega Felter – non si inventa più nulla ormai, tutto quello che c’è da fare è guardare indietro, riprendere e riproporre elaborando il piatto a modello”.

Voi quanto siete propensi a sperimentare ai fornelli?
Il modello di Matteo Felter non è per tutti, lo ammetto, ma è sicuramente per quanti amano osare.
Io che amo la cucina mediterranea, le spezie e i sapori semplici non mi sono sottratta all’assaggio, tra tacos con tartare di manzo, sarde in saor e filetti di trota con uova di salmone e poi, per chiudere in bellezza, ancora gin, stavolta a ritmo di musica.

Il mattino successivo mi attende un meraviglioso risveglio, osservo il lago di Garda dal balcone della mia stanza e mi rendo conto che è tutto ciò di cui ho bisogno.
Ogni tanto o per sempre, che sia mare, lago o collina, una vacanza come questa, immersa nella bellezza della natura con le persone che amo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *